Un condominio a misura di bambino

 

Nell’habitat variegato di un condominio le esigenze sono tante: anziani, famiglie, persone con disabilità, neomamme, donne in dolce attesa e, dulcis in fundo… i bambini!

 

Sì, anche i bambini abitano e vivono il condominio, e hanno bisogni specifici che spesso non vengono tenuti nella giusta considerazione. Pensiamoci bene, di esempi ce ne potrebbero essere moltissimi e la maggior parte di essi hanno a che fare con l’eliminazione delle barriere architettoniche. Questo perché troppo spesso gli edifici residenziali non vengono progettati alla portata dei più piccoli.

 

La qualità dell’abitare comincia presto in condominio

 

Sin dalla nascita i problemi emergono con evidenza: quante volte una neomamma è costretta a sollevare una carrozzina o un passeggino perché per accedere all’edificio non sono previste rampe bensì solo scalini o gradinate?

 

Quando i bimbi cominciano a camminare in autonomia e a voler fare le cose da soli magari non arrivano al pulsante più alto del citofono, o a quello dell’ascensore, o magari non riescono ad accendere le luci condominiali perché sono posizionate ad “altezza adulto”.

 

Da ragazzini vorrebbero andare a giocare con gli amici sotto al porticato o nel giardino condominiale ma spesso viene loro impedito. Oppure cominciano a tornare a casa da soli e perdono continuamente le chiavi, oppure ancora vogliono invitare a casa qualche amico in tutta libertà. Cosa fare?

 

Eliminazione delle barriere architettoniche e soluzioni smart per vivere meglio insieme

 

Sta a noi renderci conto che tutti, ma proprio tutti, hanno esigenze particolari. Ed ecco che qualche soluzione intelligente può venirci in aiuto: potremmo pensare di installare dei sensori con fotocellula al posto dei classici interruttori della luce, potremmo abbassare la pulsantiera del citofono (così rendiamo la vita più facile anche a quegli adulti che si muovono in carrozzina) e magari rivedere il posizionamento dei pulsanti all’interno dell’ascensore.

 

Anche quando abbiamo a che fare con i ragazzini smemorati, potremmo decidere di installare l’apertura intelligente degli accessi, in modo da non dover dare le chiavi e rischiare di perderle: basta un codice da inviare via smartphone e il gioco è fatto. Modalità utilissima anche quando inviterà i suoi amici a casa che, grazie al codice d’accesso, potranno entrare nel condominio in totale autonomia e sicurezza.