Tra un bel libro e una fetta di buon Panettone, ecco il Natale in casa!

 

Il Natale targato 2020 sarà particolare. Tutti dovremo stare alla debita distanza per aumentare il livello di sicurezza e tutelarci l’un l’altro. Perciò… tutti in casa!

 

In appartamento qualcuno si troverà da solo, qualcun’altro invece sarà con i famosi “congiunti”, insomma per quest’anno dovremo rinunciare alle tavolate, ai pranzi numerosi e ai cenoni. L’importante, come sempre, è saper trovare il lato positivo, e non ce ne sono pochi!
Proviamo quindi a immaginare insieme i giorni delle feste: noi di Condominal abbiamo scovato qualche consiglio che vogliamo regalarvi insieme ai nostri migliori auguri per un sereno Natale e un felice Anno Nuovo.

 

Una tazza di tè, un libro e un disco: cosa volere di più? È Natale!

 

Nei giorni di festa spesso si va fuori a brindare con gli amici. Questa volta siamo chiamati a fare uno sforzo per la collettività e dobbiamo stare in casa. Cosa facciamo? A parte fare due chiacchiere col gatto, ci sentiamo di consigliarvi di vestirvi comodi, usare la coperta più soffice che avete, metter su un tè o una cioccolata e leggere un libro con un caldo sottofondo musicale.

 

Tra i titoli tematici potete spaziare: da una bella edizione del “Canto di Natale” di Charles Dickens, a “Il Natale di Poirot” di Agatha Christie per gli amanti del giallo, passando per le raccolte come “Storie di Natale” edita da Sellerio oppure “Il regalo più bello, storie di Natale” edita da Einaudi. Sui brani da mettere in sottofondo avete davvero l’imbarazzo della scelta in fatto di Natale: dalle raccolte natalizie di Michael Bublé e Mariah Carey, fino ai classici Frank Sinatra e Dean Martin, i brani di Natale sono stati interpretati veramente da tantissimi cantanti nel corso degli anni. Non avrete difficoltà a trovarli.
Consiglio in più: se potete mettete un bel vinile, il fruscìo della puntina vi scalderà il cuore.

 

Preferite un film? A Natale ci vuole “Una poltrona per due”!

 

Il connubio libro e musica non vi soddisfa? A Natale vi manca il cinema? In Condominal abbiamo fatto un sondaggio nel nostro staff per consigliarvi qualche bel film da vedere in totale relax, da soli, col gatto o in ristretta compagnia. Ecco cosa è venuto fuori.

 

Su tutti un classico del periodo natalizio, “La vita è meravigliosa” di Frank Capra, sempre imperdibile; segue “A Christmas Carol”, straordinario adattamento cinematografico di Robert Zemeckis di “Canto di Natale”, realizzato totalmente in motion capture.

 

Ai romanticoni consigliamo “Serendipity” di Peter Chelsom, mentre chi sta in famiglia con i bimbi potrebbe scegliere tra “Mamma ho perso l’aereo”, “A Nightmare before Christmas” e “Il Grinch”. Finiamo con un classico dei pomeriggi di Natale, vero cult delle feste: “Una poltrona per due” di John Landis, Oscar per la miglior colonna sonora.

 

Poche chiacchiere, siamo italiani. La tradizione culinaria natalizia lungo lo stivale.

 

Se cercate la ricetta del Panettone questo non è l’articolo giusto. Se però durante le feste siete soli o in un piccolo gruppo e volete divertirvi insieme, vi consigliamo di cimentarvi ai fornelli. Potreste fare un viaggio tra le regioni italiane, scegliendo la tipicità che vi stuzzica di più. Non le elencheremo tutte ma ci limiteremo a darvi qualche indicazione classica. Poi starà a voi approfondire.

 

In Emilia-Romagna, lo sappiamo bene, i cavalli di battaglia sono i tortellini, i bolliti e, tra i dolci, il Pane di Natale. Volendo allontanarci potremmo andare in Toscana e scegliere i cappelletti o i dolci come i Ricciarelli e il Panforte. Ravioli alla genovese e Pandolce sono i classici in Liguria. In Lombardia troviamo i risotti, il cappone ripieno, e non può mancare una fetta di Panettone originale. In Veneto, invece, il re dei dolci è il Pandoro ma prima una porzione di polenta con la salsiccia luganega non ve la toglie nessuno.
Potremmo salire ancor più su, in Trentino con i canderli e lo Strudel, in Val d’Aosta con la carbonata, in Piemonte con gli agnolotti del plin o in Friuli con la Gubana.

 

Se invece volessimo scendere? Beh, nelle Marche il giorno di Natale non possono mancare i Vincisgrassi (una sorta di lasagna molto ricca) e il Frustingo, tipico dolce con la frutta secca. Nel Lazio non mancano le lasagne e l’abbacchio, mentre in Umbria i dolci sono le Pinoccate e il Torciglione. In Abruzzo i pranzi delle feste si concludono con i calcionetti e i mostaccioli, e in Molise con i calciuni.

 

Vi piacerebbe immaginarvi in Campania? Allora dovrete sfidarvi con la Minestra maritata e gli immancabili Struffoli. In Sicilia dopo un bel timballo di riso dovete lasciare il posto ai buccellati di Enna, alle cassate e ai cannoli, mentre in Sardegna dopo i ravioli ripieni tutti pronti per l’agnello e il porceddu.

 

Insomma che siate soli o con i vostri familiari, anche se non potete uscire né fare pranzi numerosi, qualche consiglio per tenervi sazi e impegnati ve lo abbiamo dato.

 

Buone Feste da Condominal!