Pompa di calore e fotovoltaico: migliorare gli impianti in un’ottica green e funzionale

Risparmio energetico, attenzione all’ambiente, incentivi fiscali. Se cerchi una soluzione che possa garantire tutti questi benefici, allora scegli di installare una pompa di calore, meglio ancora se abbinata a un impianto fotovoltaico. Parola di Condominal.
Vediamo insieme dettagli, vantaggi e svantaggi di queste misure “green”.

La pompa di calore: cos’è e quali sono i vantaggi

Parola d’ordine: Ecobonus 110%. Iniziamo col dire che la pompa di calore (così come l’impianto fotovoltaico) è prevista all’interno dei cosiddetti “interventi trainanti” definiti dal super incentivo fiscale in vigore almeno fino al 31 dicembre 2021. È una delle soluzioni che permette di ottenere (insieme ad altri interventi) il famoso salto della doppia classe energetica.

Ma cos’è una pompa di calore? In realtà non è altro che un macchinario ad alta efficienza che trasferisce calore da un ambiente freddo a un ambiente caldo (es: dall’esterno all’interno) consumando energia elettrica. Più tecnicamente, una pompa di calore estrae il calore da una fonte naturale e lo trasferisce nell’edificio alla temperatura idonea, in funzione del tipo di riscaldamento. Le pompe di calore si dividono per tipologia, a seconda dell’energia che utilizzano per produrre calore (o raffreddamento): pompe aria-aria, pompe aria-acqua, pompe geotermiche; ognuna di esse ha le sua peculiarità, i suoi vantaggi, i suoi costi. Alcune tipologie di pompe di calore possono sia riscaldare che raffrescare.

Se la pompa di calore è efficiente (quindi se di ultima generazione) l’energia consumata è di molto inferiore a quella impiegata da sistemi di riscaldamento tradizionali. In pratica, si può avere lo stesso calore prodotto da una caldaia tradizionale con la metà dell’energia iniziale (le nuove pompe di calore producono energia termica 3 - 4 volte la quantità di energia assorbita): il risparmio in bolletta supera il 50%. Non solo riduzione dei consumi, anche amore per l’ambiente poiché l’utilizzo della pompa di calore permette la riduzione delle emissioni nocive nell’ambiente. Installare una pompa di calore può avere un costo elevato ma si tratta di una spesa che verrà ammortizzata nel corso del tempo grazie al risparmio in bolletta.

Pompa di calore e impianto fotovoltaico: tanti vantaggi, non solo fiscali

Se per far funzionare la pompa di calore scegli di installare un impianto fotovoltaico (o di collegarne uno, se già esistente) allora il risparmio è più che assicurato, con un taglio netto dei consumi dell’energia elettrica e del gas. Interessante è anche la possibilità di prevedere un sistema di accumulo che permetta di trattenere l’energia solare prodotta di giorno e utilizzarla di notte (quando l’impianto fotovoltaico non funziona).
In questo modo la pompa di calore viene costantemente alimentata dall’impianto fotovoltaico con conseguente riduzione dei consumi e dell’impatto nocivo sull’ambiente. Impianto fotovoltaico e sistema di accumulo sono stati inseriti all’interno dell’Ecobonus 110% come “interventi trainati”, cioè ammissibili solo se in abbinamento ad un intervento trainante, in questo caso la pompa di calore.

Uno degli interventi più progettati in condominio è quello di inserire tale sistema nella produzione di acqua calda, riducendo sensibilmente i consumi, o – nal caso di fabbricati più piccoli – creando una vera e propria centrale termica ibrida che sfrutta la pompa di calore negli orari diurni ed il generatore di calore a gas nelle ore più fredde.

Quindi: risparmio energetico, riduzione dei consumi, riduzione dell’impatto ambientale, incentivi fiscali. Cosa volere di più? Dai una svolta “green” al tuo condominio! Se hai bisogno di noi chiamaci, i nostri contatti li trovi qui.