Impianti termici: buone prassi e agevolazioni fiscali per la manutenzione, la cura e la sostituzione. I consigli di Condominal.

 

Con l’arrivo dei primi caldi abbiamo spento i riscaldamenti centralizzati nei condomìni (se hai un impianto individuale consigliamo anche a te di farlo). Ora tutti dobbiamo impegnarci nell’applicare le buone pratiche estive per mantenere al meglio i nostri impianti puntando sul risparmio energetico.

 

Prima cosa da fare, nel caso di riscaldamento centralizzato: mantenere le valvole termostatiche aperte al massimo quando i termosifoni sono spenti. Ricordiamo che le valvole termostatiche sono obbligatorie in tutti gli impianti centralizzati; consigliamo però, per una maggiore efficienza energetica, di installarle anche negli appartamenti dotati di riscaldamento autonomo.

 

Con l’arrivo del caldo sarà bene, poi, agire con le schermature solari: le tapparelle andranno giù di giorno per raffrescare e apriremo le finestre di notte. Se siete amanti del climatizzatore in estate, non esagerate, altrimenti arriveranno i pinguini e salirà la bolletta! Le temperature migliori? 24 o 25° in estate, sia per non diventare ghiaccioli, sia per una questione di risparmio energetico; una corretta termoregolazione dei nostri appartamenti ci farà risparmiare un bel po’, sia in denaro che in salute!

 

Ora che la caldaia centralizzata è spenta ci penserà l’amministratore di condominio a chiamare l’impiantista specializzato per eseguire la corretta manutenzione; se, invece, hai un impianto indipendente, sicuramente avrai un contratto con una ditta specializzata per la manutenzione della tua caldaia. Anche in quest’ultimo caso, però, sarebbe meglio giocare d’anticipo: ricordiamoci di eventuali criticità o malfunzionamenti e facciamoli controllare subito, senza aspettare settembre quando poi sarà tutto un po’ più complicato. Idem per gli impianti di climatizzazione: facciamo una corretta manutenzione in anticipo, non arriviamo al giorno dell’accensione con delle problematiche ancora in corso.

 

Impianti termici e Superbonus 110%

 

Quando parliamo di caldaie e impianti di riscaldamento la mente va subito al Superbonus 110%. Sì, perché questo è davvero un buon momento per cambiare la nostra caldaia e i nostri sistemi termici nell’ottica di un maggior risparmio energetico e di una maggiore efficienza. Ad esempio, potremmo scegliere di sostituire la nostra caldaia condominiale ormai obsoleta con nuovi generatori ad alta efficienza, magari integrando un sistema di accumulo alimentato da una pompa di calore elettrica collegata a un impianto fotovoltaico. Questo, in realtà, è solo un esempio, perché attualmente sono attive diverse agevolazioni fiscali legate al rinnovamento degli impianti termici, anche individuali, come il bonus 50% (diverse compagnie energetiche applicano direttamente lo sconto in fattura agli utenti allacciati alla propria rete gas).

 

Non solo impianti termici ma anche serramenti: cambiare gli infissi e montarne un tipo di ultima generazione può efficientare con successo la tua casa dal punto di vista della termoregolazione; non a caso anche per il cambio dei serramenti sono previste agevolazioni fiscali e in caso di Superbonus 110% la sostituzione degli infissi viene considerata intervento trainato.

 

Insomma, con il caldo arrivano anche belle opportunità per migliorare l’efficienza energetica e termica del tuo appartamento. Approfittane! Cerchi una consulenza condominiale? Contattaci subito, prenderemo volentieri un appuntamento!