L’agevolazione fiscale è a portata di… casa!

 

Vuoi ristrutturare casa o fare una serie di lavori per migliorarne la sicurezza e l’efficienza energetica? Vuoi aumentare il valore economico del tuo immobile? Questo è il momento giusto.

Sì perché, come certamente saprai, attualmente il Governo ha messo a disposizione una vasta serie di agevolazioni fiscali, diversificate a seconda dell’obiettivo del progetto edilizio.

 

Bonus fiscali. Quali sono quelli attualmente in vigore

Se il 2020 è stato l’anno delle novità - oltre che della pandemia - il 2021 è sicuramente l’anno delle conferme e delle proroghe. Il provvedimento del Superbonus 110% è infatti stato prorogato e ci sono novità anche su tutti gli altri bonus che riguardano la casa e l’edilizia.

 

Tutti i bonus sono stati prorogati dalla legge di bilancio. Attualmente esistono ben nove tipi diversi di agevolazioni fiscali sotto forma di bonus (36%, 50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%, 90% e 110%), oltre ad alcuni bonus accessori quali il “bonus mobili ed elettrodomestici” e la novità del “bonus idrico”.

Ristrutturazioni, facciate, sisma… Quanti bonus!

Andiamo un po’ più a fondo e vediamo qualche dettaglio in più dei diversi bonus disponibili, facendo un po’ d’ordine.


Bonus Ristrutturazioni

Per questa agevolazione fiscale resta prorogato il potenziamento dell’aliquota di detraibilità al 50% per una spesa massima di 96.000 Euro.


Ecobonus

Si tratta della detrazione fiscale per i lavori di efficientamento energetico sia su edifici singoli sia nei condomìni. Così via libera anche nel 2021 agli interventi per il miglioramento termico dell’edificio (come coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi), installazione di pannelli solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, interventi di domotica (cioè installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento) con le aliquote variabili dal 50% al 75%.


Bonus verde

Questo bonus è legato ai lavori di sistemazione a verde degli edifici esistenti, comprese terrazze, coperture e giardini pensili. Prevede la detrazione fiscale del 36% con un tetto di 5.000 Euro per le spese sostenute.


Bonus facciate

È la detrazione dell’imposta lorda (Irpef o Ires) che consente di recuperare il 90% (ripartito in 10 quote annuali) dei costi sostenuti per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici.


Sismabonus

È il bonus che prevede un’agevolazione fiscale per interventi legati a misure antisismiche. La detrazione è variabile dal 50% all’85% e viene calcolata su un ammontare complessivo di 96.000 Euro per unità immobiliare per ciascun anno e da ripartirsi poi in 5 quote annuali di pari importo.


Bonus Mobili ed Elettrodomestici

Questa detrazione non vede come novità la sola proroga ma trova anche un incremento della spesa massima detraibile che sale da 10.000 Euro a 16.000 Euro. La detrazione si calcola nella misura del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Ad esempio mobili come cucine e letti, e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), purché destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

 

Fatta questa carrellata, sottolineiamo un’importante opportunità: quella di poter combinare i diversi bonus tra loro, sfruttandone le potenzialità su interventi articolati e più complessi. Un’occasione da cogliere al volo!

 

Hai bisogno di ulteriori chiarimenti oppure vuoi metterti in contatto con noi? Ci siamo sempre, qui trovi i nostri recapiti!